L’archivio storico della bottega

Nel corso della nostra storia lavorativa abbiamo prodotto e ricevuto le più svariate tipologie di documenti:

ATTILA -Coro- FIGURINI LORENZO GHIGLIA COMUNALE FIRENZE INVERNALE 1962
ATTILA -Coro- FIGURINI LORENZO GHIGLIA COMUNALE FIRENZE INVERNALE 1962

Figurini, bozzetti, lettere autografe di celeberrimi registi, figurinisti, attori, cantanti…, unitamente a foto, libretti di sala, rassegne stampa e tanto altro… che assieme a stumenti di lavorazione (alcuni antichi) e parrucche realizzate costituiscono l’Archivio Storico della Bottega.
Un Archivio unico nel suo genere che copre una arco temporaleche va dalla fine ‘800 ad oggi e che racconta non solo la storia della bottega ma anche la storia del teatro oltre che a testimoniare, in molti casi, la vita personale di tanti Artisti famosi e non.
Celeberrimi Artisti, Registi e Figurinisti sono passati dalla bottega i cui passagio è testimoniato all’interno dei documenti dell’archivio quali ad esempio Franco Zeffirelli, Maria Callas, Renata Tebaldi, Fedora Barbieri, Tito Gobbi, Alfredo Kraus, Mario Del Monaco, Piero Cappuccilli, Luciano Pavarotti, Ettore Bastianini, Renato Bruson,

FALSTAF Figurino di MACCARI
FALSTAF Figurino di MACCARI

Gino Bechi, Aldo Reggioli, Paolo Washington, Paolo Poli, Ermete Zacconi, Eduardo e Luca de Filippo, Giorgio Albertazzi, Anna Proclemer, Romolo Valli,, Alfredo Bianchini, Alberto Lionello, Rossella Falk, Giorgio De Lullo, Eros Pagni, Anna Anni, Odette Nicoletti, Giorgio De Chirico e il fratello Alberto Savinio, Mino Maccari e molti, molti altri…
Un archivio che deve essere sempre più promosso tutelato e salvaguardato.
L’archivio è stato censito all’interno del progetto degli “Archivi della moda del ‘900” assieme a quelli di Fondazione Emilio Pucci, Fondazione Gianfranco Ferré, Museo Salvatore Ferragamo e molti altri… Tale progetto, elaborato dall’Associazione Nazionale Archivistica Italiana e promosso dalla Direzione Generale degli Archivi ha come obiettivo quello di scoprire e valorizzare il patrimonio archivistico, bibliografico, iconografico, relativo alla moda italiana.
La Soprintendenza Archivistica per la Toscana, in una sua lettera protocollata, esorta e “raccomanda di continuare a conservare con cura l’archivio perché costituisce un importante documentazione dell’attività manifatturiere fiorentina”.

Grazie all’interessamento e al fantastico lavoro svolto da OmA, Associazione Osservatorio Mestieri d’Arte è stato possibile inventariare in modo semi-analitico l’archivio e condizionarlo. Il lungo lavoro di inventariazione è stato svolto in modo amorevole e minuzioso dalla dottoressa Monica Gallai.

Locandina mostra Zeffirelli - Filistrucchi, Memorie di un sodalizio artistico
Locandina mostra Zeffirelli – Filistrucchi, Memorie di un sodalizio artistico

Dall’inventariazione e condizionamento dell’Archivio, Oma Associazione Osservatorio Mestieri d’Arte ha organizzato, promosso e realizzato la mostra “Zeffirelli Filistrucchi, Memorie di un sodalizio artistico” curata da Monica Gallai, Gabriele e Gherardo. I documenti esposti all’interno della mostra sono stati restaurati a cura di Luigia Giusto.

La  mostra è stata promossa e organizzata da Ente Cassa di Risparmio di Firenze, OmA, Teatro della Pergola e dalla bottega.
ed ha avuto il sostegno e supporto di Fondazione Cerratelli, Calzature Artistiche Sacchi, Foto Locchi, FEDERNAT, Lions Club Palazzo Vecchio, Lions Club Firenze Amerigo Vespucci, Opificio Toscano Economia Politica e Storia, Rotary Club Campi Bisenzio, Teatro del Maggio Musicale Fiorentino

L’archivio storico della bottega ultima modifica: 2017-01-26T18:45:05+00:00 da Gherardo Filistrucchi Parrucche e Trucco